versione accessibile ::
Primo piano
  11/01/2019 18:13


Papa Francesco a Spello visita a sorpresa il monastero di Santa Maria in Vallegloria e incontra le monache clarisse con le quali celebra la messa e dialoga per l'intera mattinata.



Clicca sulla foto per ingrandirla !

È stata una grande sorpresa per le monache clarisse di Santa Maria in Vallegloria di Spello, la visita di Papa Francesco l’11 gennaio 2019, che ha ricambiato la visita fattagli dalle monache a Santa Marta il 25 agosto 2016. In quell’occasione il Papa consegnò loro la costituzione apostolica “Vultum Dei quaerere” in rappresentanza delle claustrali di tutto il mondo. E il rapporto tra la comunità di contemplative di Spello - tra le più antiche a seguire l’esperienza di Santa Chiara - e il Papa è rimasto intenso, anche per il tramite del secondo segretario particolare Yoannis Lahzi Gaid, fino alla decisione del Santo Padre di compiere questa breve visita privata in Umbria. Privata, per il desiderio del Papa di spostarsi senza clamore, tanto da esserne a conoscenza solo il Vescovo di Foligno Mons. Gualtiero Sigismondi, che dice: “Il Papa mi aveva manifestato più volte l’idea, poi ho capito che il viaggio aveva preso forma perché, nel nostro ultimo incontro, il Santo Padre mi ha mostrato di sapere precisamente distanza e tempo di percorrenza del viaggio per Spello! Alla Vigilia di Natale ho conosciuto il programma e questa gioia che non potevo condividere con nessuno ha segnato tutte le celebrazioni di questi giorni.”Neanche la neve ha fermato la volontà del Santo Padre, con il Subasio rivestito di una sorta di zucchetto bianco. Le monache hanno accolto il Papa intorno alle 9, prima di celebrare la Messa, con il secondo segretario e il Vescovo. In seguito, il Santo Padre ha condiviso un tempo di dialogo libero e informale e il pranzo, prima di ripartire per Roma nel primo pomeriggio, lasciando nell’imminenza delle feste patronali una benedizione per l’intera Diocesi di Foligno.




18/01/2019 12:36
Liberi e forti. L'attualità del pensiero di Sturzo consiste, secondo il cardinale Gualtiero Bassetti, nel «contribuito fondamentale a costruire l’Italia contemporanea e a formare una civiltà basata sull’umanesimo cristiano»


14/01/2019 17:01
Spoleto, celebrato il solenne Pontificale di S. Ponziano. L’Arcivescovo ha parlato delle ferite del terremoto che «si concretizzano in promesse deluse e in frustranti lentezze burocratiche». Il grazie di mons. Boccardo alla Caritas: «Aiuta non solo i migranti o gli extra-comunitari (come anche qui da noi sostiene qualcuno) ma anche quanti - italiani e spoletini - esperimentano la fatica del vivere quotidiano perché sono scesi sotto la soglia di povertà». L’appello del Vescovo: «Se ognuno di noi desse due o tre ore al mese in qualche iniziativa di volontariato, le nostre città e i nostri paesi cambierebbero volto...».


11/01/2019 18:13
Papa Francesco a Spello visita a sorpresa il monastero di Santa Maria in Vallegloria e incontra le monache clarisse con le quali celebra la messa e dialoga per l'intera mattinata.


01/01/2019 01:32
La celebrazione eucaristica con il canto del Te Deum di Ringraziamento in cattedrale presieduta dal cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti. Il porporato: «L’augurio è che il nuovo anno possa essere per i credenti un tempo propizio a riscoprire le istanze apostoliche della propria fede e per tutta la società perché ritrovi e renda nuovamente fecondi i valori profondi della civile convivenza, che vengono in gran parte dalla tradizione cristiana».


25/12/2018 10:13
Celebrata dal cardinale Bassetti la messa della Notte di Natale nella cattedrale di San Lorenzo. Il porporato: ««Il Natale cristiano viene a ricordarci che il nostro Dio è il Dio della vita, non della morte…»


22/12/2018 19:56
Celebrazioni del Natale dei vescovi umbri. Un Natale di solidarietà e vicinanza dei vescovi ai poveri, malati, persone sole, carcerati e pranzo di Natale in episcopio a Perugia e Terni


14/02/2016 23:59
LA “TRE-GIORNI” DEL CARD. BASSETTI IN CALABRIA E CAMPANIA (5/7 MARZO 2016)


« Archivio »