versione accessibile ::
NEWS DALLA REGIONE
  05/04/2017 16:43


CELEBRAZIONI DELLA SETTIMANA SANTA DEI VESCOVI DELLE OTTO DIOCESI DELL'UMBRIA. La Settimana Santa è la settimana nella quale si celebrano gli eventi di fede correlati agli ultimi giorni terreni di Gesù, comprendenti in particolare la sua Passione, Morte e Risurrezione. Inizia con la Domenica delle Palme e culmina nella celebrazione della Pasqua. I riti sono celebrati con solennità allo stesso modo in tutte le Chiese del mondo cristiano.



Clicca sulla foto per ingrandirla !

La Settimana Santa è la settimana nella quale si celebrano gli eventi di fede correlati agli ultimi giorni terreni di Gesù, comprendenti in particolare la sua Passione, Morte e Risurrezione.  Inizia con la Domenica delle Palme e culmina nella celebrazione della Pasqua. I riti sono celebrati con solennità allo stesso modo in tutte le Chiese del mondo cristiano. «È la solennità centrale dell’anno liturgico, è il punto di arrivo di ogni cammino de fede, è il compimento della vita terrena di Gesù, è la celebrazione della vittoria di Gesù sul peccato e sulla morte che del peccato è la conseguenza», ha scritto mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio, nel numero 145/aprile 2017 di “Camminiamo”, foglio di collegamento on line della Chiesa di S. Ubaldo. Di seguito le celebrazioni della Settimana Santa presiedute dagli Arcivescovi e Vescovi delle otto Diocesi dell’Umbria.

DOMENICA DELLE PALME, 9 APRILE 2017 - Nella Domenica delle Palme o più propriamente Domenica della Passione del Signore la Chiesa ricorda l’ingresso di Gesù a Gerusalemme a dorso di un asino e avvia la solenne celebrazione della Settimana Santa nella quale vengono ricordati e celebrati gli ultimi giorni della vita terrena di Cristo, con i tormenti interiori, le sofferenze fisiche, i processi ingiusti, la salita al Calvario, la crocifissione, la morte e sepoltura e infine la Risurrezione. Dove i Vescovi umbri celebrano questa liturgia: Card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve: alle 10.30 nella Cattedrale di Perugia. Mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia: alle 9.30 ad Avendita di Cascia; alle 11.30 nella Cattedrale di Spoleto; alle 15.00 a S. Pellegrino di Norcia. Mons. Domenico Sorrentino, arcivescovo-vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino: alle 10.00 nella cattedrale di Assisi. Mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello: alle 18.30 in Cattedrale. Mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio: alle 10.45 benedizione dei ramoscelli di ulivo nella chiesa di S. Giovanni, processione verso la chiesa di S. Martino e celebrazione eucaristica. Mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno: alle 10.00 benedizione dei ramoscelli di ulivo nella chiesa del Ss. Salvatore, processione verso la chiesa di S. Agostino e celebrazione eucaristica. Mons. Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia: alle 10.30 nella Cattedrale di Terni; alle 16.00 alle Acciaierie Acciai speciali Terni. Mons. Benedetto Tuzia, vescovo di Orvieto-Todi: alle 11.00 nella Cattedrale di Orvieto.

MESSA CRISMALE, 12 O 13 APRILE 2017 - Nel cuore della Settimana Santa tutti i sacerdoti delle Diocesi si ritrovano con i rispettivi Vescovi per fare memoria riconoscente dell’origine del loro sacerdozio e rinnovare l’impegno e la promessa di aderire a Cristo con i pensieri, la volontà, i sentimenti e lo stile di tutta la propria esistenza, nel servizio della Chiesa e dei fratelli. Ciò avviene durante la Messa Crismale nella quale vengono benedetti e consacrati gli olii che servono a far nascere alla vita cristiana (olio dei catecumeni), a far crescere la vita della Chiesa (sacro crisma), e a dare consolazione al tempo della sofferenza e ai mali della società (olio degli infermi). Dove i Vescovi umbri celebrano questa liturgia: Card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve: alle 17.00 nella Cattedrale di Perugia. Mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia: mercoledì 12 aprile alle 18.00 nella Cattedrale di Spoleto. Mons. Domenico Sorrentino, arcivescovo-vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino: mercoledì 12 aprile alle 16.30 nella Cattedrale di Assisi. Mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello: giovedì 13 aprile alle 10.30 in Cattedrale. Mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio: mercoledì 12 aprile alle 17.00 nella chiesa di S. Martino a Gubbio. Mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno: mercoledì 12 aprile alle 18.00 nella chiesa di S. Giacomo a Foligno. Mons. Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia: mercoledì 12 aprile alle 17.00 nella Cattedrale di Terni. Mons. Benedetto Tuzia, vescovo di Orvieto-Todi: mercoledì 12 aprile alle 17.00 nella Cattedrale di Orvieto.

GIOVEDÌ SANTO, 13 APRILE 2017 - Con la messa vespertina “in Coena Domini” (cioè la “Cena del Signore” - l’ultima cena come comunemente è chiamata - che Gesù tenne insieme ai suoi apostoli prima dell’arresto e della condanna a morte), inizia il Triduo pasquale, ossia i tre giorni nei quali si commemorano la Passione, la Morte e la Risurrezione di Gesù, che ha il suo fulcro nella solenne Veglia pasquale. Dell’ultima cena del Signore gli evangelisti presentano due segni: quello della lavanda dei piedi e quello della consacrazione del pane e del vino. Dove i Vescovi umbri celebrano questa liturgia: Card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve: alle 18.00 nella Cattedrale di Perugia. Mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia alle 18.00 nella Cattedrale di Spoleto e alle 21.00 nella Basilica di Santa Rita a Cascia. Mons. Domenico Sorrentino, arcivescovo-vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino alle 17.30 nella Cattedrale di Assisi. Mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello: alle 18.30 in Cattedrale. Mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio alle 18.30 nella chiesa di S. Pietro a Gubbio. Mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno alle 18.30 nella chiesa di S. Agostino a Foligno. Mons. Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia alle 18.30 nella Cattedrale di Terni. Mons. Benedetto Tuzia, vescovo di Orvieto-Todi alle 18.00 nella Cattedrale di Orvieto.  

VENERDÌ SANTO, 14 APRILE 2017 - I cristiani dopo aver contemplato Gesù nei segni della Lavanda dei piedi e dell’ultima cena (il Giovedì Santo), il Venerdì Santo si raccolgono nella meditazione della croce e della morte del Figlio di Dio. In questo giorno la comunità cristiana non celebra l’Eucaristia perché il clima di festa non si addice all’evento che riempie il suo ricordo e motiva il suo digiuno: la morte del suo Signore e Sposo. L’azione liturgica è dominata dalla croce, manifestazione luminosa dell’amore divino spinto alla follia: lo spazio è riservato solo al silenzio e alla contemplazione. Dove i Vescovi umbri celebrano questa liturgia: Card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve alle 18.00 nella Cattedrale di Perugia e alle 21.00 Via Crucis nelle vie del centro storico. Mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia alle 18.00 nella Cattedrale di Spoleto e alle 21.00 Via Crucis: Piazza del Mercato, Giro della Rocca, Cattedrale. Mons. Domenico Sorrentino, arcivescovo-vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino alle 6.45, Ufficio delle Letture nella Cattedrale di Assisi; alle 19.00, Liturgia del Venerdì Santo nella Cattedrale di Assisi. Mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello: alle 20.30, con partenza della processione verso la Cattedrale dalla chiesa di Santa Maria Maggiore. Mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio: alle 15.30 nella chiesa di S. Pietro a Gubbio; alle 19.30, processione del Cristo Morto. Mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno: alle 16.00 nella chiesa di S. Agostino a Foligno. Mons. Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia alle 18.30 nella Cattedrale di Terni; alle 20.30 Via Crucis dalla chiesa di S. Francesco fino in Cattedrale. Mons. Benedetto Tuzia, vescovo di Orvieto-Todi: alle 15.00 nella Cattedrale di Orvieto; alle 21.00 nella Concattedrale di Todi con, a seguire, processione del Cristo morto.

SABATO SANTO, 15 APRILE 2017 - Per antichissima tradizione questa è «la notte di veglia in onore dei Signore» (Es 12,42), giustamente definita «la veglia madre di tutte le veglie» (S. Agostino). In questa notte il Signore «è passato» per salvare e liberare il suo popolo oppresso dalla schiavitù; in questa notte Cristo «è passato» alla vita vincendo la grande nemica dell’uomo, la morte; questa notte è celebrazione-memoriale del nostro «passaggio» in Dio attraverso il battesimo, la confermazione e l’eucaristia. Vegliare è un atteggiamento permanente della Chiesa che, pur consapevole della presenza viva dei suo Signore, ne attende la venuta definitiva, quando la Pasqua si compirà nelle nozze eterne con lo Sposo e nel convito della vita (cf Ap 19,7-9). Dove i Vescovi umbri celebrano questa liturgia: Card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve: alle 22.00 nella Cattedrale di Perugia. Mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia alle 22.30 nella Cattedrale di Spoleto. Mons. Domenico Sorrentino, arcivescovo-vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino alle 22.30 nella Cattedrale di Assisi. Mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello alle 21.30 Cattedrale di Città di Castello. Mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio: alle 21.30 nella chiesa di S. Martino a Gubbio. Mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno: alle 22.30 nella chiesa di S. Agostino a Foligno. Mons. Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia: alle 22.30 nella Cattedrale di Terni. Mons. Benedetto Tuzia, vescovo di Orvieto-Todi: alle 22.00 nella Concattedrale di Todi.

PASQUA DI RESURREZIONE, 16 APRILE 2017 - L’annuncio pasquale risuona nella Chiesa: Cristo è risorto, egli vive al di là della morte, è il Signore dei vivi e dei morti. Nella «notte più chiara dei giorno» la parola onnipotente di Dio che ha creato i cieli e la terra e ha formato l’uomo a sua immagine e somiglianza, chiama a una vita immortale l’uomo nuovo, Gesù di Nazaret, figlio di Dio e figlio di Maria. Pasqua è dunque annuncio del fatto della risurrezione, della vittoria sulla morte, della vita che non sarà distrutta. Fu questa la realtà testimoniata dagli apostoli; ma l’annuncio che Cristo è vivo deve risuonare continuamente. La Chiesa, nata dalla Pasqua di Cristo, custodisce questo annuncio e lo trasmette in vari modi ad ogni generazione: nei sacramenti lo rende attuale e contemporaneo ad ogni comunità riunita nel nome dei Signore; con la propria vita di comunione e di servizio si sforza di testimoniano davanti al mondo. Dove i Vescovi umbri celebrano questa liturgia: Card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve: alle 11.30 nella Cattedrale di Perugia; alle 17.00 nella Concattedrale di Città della Pieve.  Mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia: alle 11.30 nella Cattedrale di Spoleto; alle 16.00 a Campi di Norcia. Mons. Domenico Sorrentino, arcivescovo-vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino: alle 10.00 ad Assisi in Cattedrale. Mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello: alle 10.30 e alle 18.30 nella Cattedrale di Città di Castello. Mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio: alle 11.30 nella chiesa di S. Francesco a Gubbio. Mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno: alle 12.00 nella chiesa di S. Agostino a Foligno. Mons. Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia: alle 11.00 nella Concattedrale di Narni; alle 18.00 nella Concattedrale di Amelia. Mons. Benedetto Tuzia, vescovo di Orvieto-Todi: alle 11.30 nella Concattedrale di Todi; alle 17.30 nella Cattedrale di Orvieto




22/08/2017 19:33
A Gubbio il sentiero di Francesco e la XII giornata per la custodia del Creato il 1-2-3- settembre


21/08/2017 20:00
Ad Assisi la sedicesima edizione del "Cortile di Francesco". Dal 14 al 17 settembre nella Basilica di San Francesco conferenze e workshop, al via le iscrizioni.


12/08/2017 19:04
Assisi: nella solennità di San Rufino monsignor Sorrentino annuncia la seconda visita pastorale e lancia un messaggio ai potenti del mondo; il 15 agosto rosario per la pace al Santuario della Spogliazione


11/08/2017 16:07
Il cardinale Gualtiero Bassetti su Il Settimanale de «L’Osservatore Romano» interviene sul «Fattore famigliaIl rapporto tra lavoro e vita di coppia «è un tema centrale — pastorale, culturale e politico per l’Italia di oggi e per quella di domani».


10/08/2017 19:16
Santa Maria degli Angeli; percorso di formazione per famiglie "Mysterium familiae" dal 27 agosto al 2 settembre


03/08/2017 13:24
L’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo in visita in Calabria dal 5 al 9 agosto, nell’anno delle reliquie di santa Rita da Cascia a Montegiordano nella Diocesi di Cassano all’Jonio. Incontrerà devoti della Santa dei “casi impossibili” e quanti sono stati solidali con la popolazione terremotata della sua Diocesi a quasi un anno dal sisma


03/08/2017 13:12
Assisi: celebrata la festa del Perdono con la presenza del cardinale Parolin e il cardinale Bassetti: il Perdono di Assisi, dono per i poveri


26/07/2017 18:47
"Dacci oggi il nostro amore quotidiano”, a Trevi (PG) con la Casa della Tenerezza per riflettere e camminare alla luce dell’Amoris Laetitia. Dal 17 al 20 Agosto un seminario dedicato alle coppie nella splendida cornice del cuore verde d’Italia.


26/07/2017 09:31
Capitolo dei Piccoli fratelli di Jesus Caritas: eletto il nuovo Priore Generale, Fr. Paolo Maria Barducci


08/01/2017 23:20
Assisi: nasce il santuario della Spogliazione. La Chiesa di Santa Maria Maggiore luogo privilegiato per il discernimento vocazionale. La lettera del vescovo Sorrentino


14/02/2016 23:59
LA “TRE-GIORNI” DEL CARD. BASSETTI IN CALABRIA E CAMPANIA (5/7 MARZO 2016)


06/10/2013 10:45
IL 31 MAGGIO 2014 LA BEATIFICAZIONE DI MADRE SPERANZA DELL’AMORE MISERICORDIOSO DI COLLEVALENZA. L’ANNUNCIO IL GIORNO DOPO DELLA STORICA VISITA DI PAPA FRANCESCO AD ASSISI
Papa Francesco ha fatto un bellissimo dono all’Umbria a 24 ore dalla sua storica visita ad Assisi, quello di aver concesso che la celebrazione del Rito di Beatificazione della Venerabile Serva di Dio Madre Speranza di Gesù (1893-1983), fondatrice della Congregazione dell’Amore Misericordioso, abbia luogo nel Santuario di Collevalenza sabato 31 maggio 2014, dove riposano le sue spoglie mortali da trent’anni


04/10/2012 10:41
Concorso scolastico regionale per scuole secondarie di secondo grado "Alle origini dell'avventura cristiana" AGGIORNAMENTO DEL 23/03/2013: I VINCITORI DEL CONCORSO


« Archivio »