versione accessibile ::
NEWS DALLA REGIONE
  29/03/2017 18:11


39° Convegno nazionale delle Caritas diocesane “Per uno sviluppo umano integrale”. La testimonianza del delegato regionale dell'Umbria Giorgio Pallucco



La terza giornata di Convegno si è aperta con la celebrazione eucaristica presieduta da S.E. Mons. Luigi Renna, vescovo di Cerignola – Ascoli Satriano.
Dopo la ripresa dei tavoli di lavoro e di confronto, il delegato regionale delle Caritas dell’Umbria, Giorgio Pallucco, ha presentato un testo condiviso con Caritas Italiana e con i delegati di Abruzzo, Marche, Lazio, le altre regioni colpite dal terremoto, che è servito a fare il punto sull’impegno della rete Caritas. “Saper stare e agire in un contento territoriale che si è modificato velocemente e profondamente in tutti suoi aspetti – ha detto il delegato - significa in primis saperlo conoscere, riconoscere e comprendere, per poter ricostruire i rapporti umani e tessere comunità. Le persone sono affaticate, dopo ogni nuovo terremoto bisogna ricominciare da capo, ma come Chiesa continuiamo a essere vicini ai bisogni di tutti”. “Mi auguro che le risorse vengano messe a disposizione dal governo nel più breve tempo possibile per far partire la ricostruzione. C’è ancora molto da fare. Non credo si riuscirà a consegnare le case entro la fine dell’estate - ha commentato l’annuncio del premier Paolo Gentiloni di voler destinare 1 miliardo all’anno per i prossimi 3 anni alla ricostruzione delle aree colpite dal terremoto. “A distanza di sette mesi non siamo ancora usciti dall’emergenza – ha precisato Pallucco -. Siamo stati costretti a ricominciare da capo dopo ogni nuovo terremoto. C’è ancora molto da fare”. La consegna delle case in legno, ad esempio, “è ancora un nervo scoperto che non sta trovando una soluzione: temo che la gente dovrà restare ancora mesi in camper, roulotte e container”. “Le persone sono affaticate ma come Chiesa siamo lì, con le maniche rimboccate, e continuiamo a essere vicini ai bisogni di tutti – ha affermato -. Se i ritardi saranno così intensi doneremo ciò che spetta alle persone non per carità ma per giustizia. Lo stiamo facendo con gli allevatori, anche se la Caritas non ha il compito di costruire stalle”. Grazie alle raccolte indette dalla Cei a Caritas italiana sono pervenuti 25 milioni di euro per le zone terremotate. Inoltre alla Caritas diocesana di Spoleto-Norcia sono arrivate molte offerte da associazioni, gruppi laicali e parrocchie.
Le sue parole sono state accompagnate dalla visione di alcuni brevi video realizzati da TV2000, che hanno documentato un impegno fatto di sinergia e condivisione, passo dopo passo, portato avanti dalle delegazioni e dalle Caritas di tutta Italia con l’avvio dei gemellaggi e sostenuto anche dai 25 milioni di euro pervenuti a Caritas Italiana in seguito alla colletta del 18 settembre indetta dalla Cei, di cui 1 milione direttamente dalla stessa Cei dai fondi 8x1000.
Nel pomeriggio i convegnisti, divisi in gruppi, si sono spostati in altrettante località tra Taranto, Brindisi e Bari, per visitare 12 opere, segno dell’impegno Caritas sul territorio.
Sono iniziative in favore di donne e minori vittime di tratta, minori stranieri non accompagnati, detenuti in permesso premio e famiglie, detenuti in regime di misure alternative, persone in situazione di indigenza, persone diversamente abili con le rispettive famiglie, tossicodipendenti, richiedenti asilo, genitori separati.
Tutto questo per rafforzare la comune consapevolezza che di fronte alla vastità dei bisogni e dei servizi, non dobbiamo però mai dimenticare la raccomandazione di Benedetto XVI, ripresa poi da Papa Francesco nell’Udienza del 21 aprile 2016 per il 38° Convegno nazionale: «di sapere coltivare al meglio la qualità delle opere che avete saputo inventare. Rendetele, per così dire, “parlanti”, preoccupandovi soprattutto della motivazione interiore che le anima, e della qualità della testimonianza che da esse promana. Sono opere che nascono dalla fede. Sono opere di Chiesa, espressione dell’attenzione verso chi fa più fatica. Sono azioni pedagogiche, perché aiutano i più poveri a crescere nella loro dignità, le comunità cristiane a camminare nella sequela di Cristo, la società civile ad assumersi coscientemente i propri obblighi».




26/06/2017 19:16
Assisi: presentazione del libro "Figlie di Iefte" di Giuseppina Bruscolotti


23/06/2017 20:00
Frati Minori Assisi: elezione dei nuovi Definitori


23/06/2017 10:26
Frati Minori: nella celebrazione del Capitolo Provinciale è stata consacrata la Provincia Serafica dei Frati Minori al Cuore Immacolato di Maria


21/06/2017 18:22
Perugia: Dalla presentazione del Secondo Rapporto sulle Povertà curato dall’Osservatorio della Caritas diocesana l’invito a produrre «pensiero» nella Chiesa e non solo e a fare «rete» tra Istituzioni civili e realtà private impegnate nel sociale per arginare il fenomeno


20/06/2017 17:47
Perugia: Il Secondo Rapporto sulle Povertà a cura dell’Osservatorio della Caritas diocesana “Oltre i numeri, 1000 volti incontrati. La presenza della Chiesa accanto ai poveri”. E’ uno studio-contributo verso «una attenzione autentica anche da parte della politica, ai problemi della povertà»


19/06/2017 00:51
Perugia: Diverse migliaia di fedeli alla processione del Corpus Domini. Il cardinale Gualtiero Bassetti nella basilica di San Domenico: «Ricordiamo e non dimentichiamo chi soffre più di noi, come i fratelli terremotati» e ha dato appuntamento ai fedeli all’evento molto atteso e significativo: La traslazione delle spoglie mortali del Venerabile Servo di Dio Vittorio Trancanelli, domenica 2 luglio


16/06/2017 17:28
“Quel sacchetto di lenticchie”. La riflessione del cardinale Gualtiero Bassetti, sulle colonne de Il Settimanale de «L’Osservatore Romano», dedicata alla visita di papa Francesco al Quirinale. Il porporato: «I bambini delle zone terremotate, che avevano in mano le foto delle proprie città e il sacchetto di lenticchie, aspettano delle risposte»


15/06/2017 10:08
Capitolo provinciale intermedio dei Frati Minori dell’Umbria dal 18 al 29 giugno, a Todi (PG)


13/06/2017 23:40
Giornata sacerdotale regionale a Collevalenza: l'omelia del cardinale Gualtiero Bassetti


03/06/2017 14:31
Foligno: il messaggio di Mons. Gualtiero Sigismondi all’inizio della grande avventura dell’oratorio estivo.


30/05/2017 11:14
Apertura del Capitolo generalissimo dei Frati Francescani in Umbria con il Card. Bassetti e i Vescovi umbri


30/05/2017 11:06
Perugia: “Segni di speranza in tempi di crisi”. Presentazione progetto editoriale di rilancio dei media ecclesiali umbri in occasione della 51a Giornata mondiale per le comunicazioni sociali


08/01/2017 23:20
Assisi: nasce il santuario della Spogliazione. La Chiesa di Santa Maria Maggiore luogo privilegiato per il discernimento vocazionale. La lettera del vescovo Sorrentino


14/02/2016 23:59
LA “TRE-GIORNI” DEL CARD. BASSETTI IN CALABRIA E CAMPANIA (5/7 MARZO 2016)


06/10/2013 10:45
IL 31 MAGGIO 2014 LA BEATIFICAZIONE DI MADRE SPERANZA DELL’AMORE MISERICORDIOSO DI COLLEVALENZA. L’ANNUNCIO IL GIORNO DOPO DELLA STORICA VISITA DI PAPA FRANCESCO AD ASSISI
Papa Francesco ha fatto un bellissimo dono all’Umbria a 24 ore dalla sua storica visita ad Assisi, quello di aver concesso che la celebrazione del Rito di Beatificazione della Venerabile Serva di Dio Madre Speranza di Gesù (1893-1983), fondatrice della Congregazione dell’Amore Misericordioso, abbia luogo nel Santuario di Collevalenza sabato 31 maggio 2014, dove riposano le sue spoglie mortali da trent’anni


04/10/2012 10:41
Concorso scolastico regionale per scuole secondarie di secondo grado "Alle origini dell'avventura cristiana" AGGIORNAMENTO DEL 23/03/2013: I VINCITORI DEL CONCORSO


« Archivio »